SOCI DELL’ASP

  • Comune di San Lazzaro di Savena
  • Comune di Loiano
  • Comune di Monghidoro
  • Comune di Monterenzio
  • Comune di Ozzano dell’Emilia
  • Comune di Pianoro
  • Curia Arcivescovile di Bologna

Funzioni

  1. L’Assemblea dei soci è l’organo di indirizzo e vigilanza sull’attività dell’ASP e svolge in particolare le seguenti funzioni:
    a) definisce gli indirizzi generali dell’ASP;
    b) nomina i componenti del Consiglio di amministrazione;
    c) revoca i componenti del Consiglio di amministrazione, nei casi previsti e definiti dalla normativa regionale vigente;
    d) indica alla Regione la terna prevista per la nomina del revisore unico nel caso in cui il volume di bilancio dell’ASP sia inferiore ai dieci milioni di euro, oppure nomina i due componenti di propria spettanza nel collegio, nel caso in cui il volume di bilancio sia superiore ai dieci milioni di euro;
    e) approva, su proposta del Consiglio di amministrazione, il piano programmatico, il bilancio pluriennale di previsione, il bilancio annuale economico preventivo ed il bilancio consuntivo con allegato il bilancio sociale delle attività;
    f) approva le trasformazioni del patrimonio da indisponibile a disponibile, nonché le alienazioni del patrimonio disponibile, ai sensi dell’art. 40 del presente Statuto;
    g) delibera le modifiche statutarie da sottoporre all’approvazione della Regione;
    h) adotta il proprio Regolamento di funzionamento;
    i) nomina nel proprio seno il Presidente;
    j) definisce, nel rispetto dei criteri previsti dalla normativa regionale vigente, le indennità spettanti ai componenti il Consiglio di Amministrazione ed il compenso dovuto all’Organo di revisione contabile;
    k) approva gli indirizzi per la predisposizione dei contratti di servizio di cui all’art. 8;
    l) approva la contrazione di mutui, se non già previsti nei documenti di programmazione;
    m) approva i regolamenti di qualsiasi oggetto e natura, fatta eccezione per quella di competenza del Consiglio di Amministrazione;
    n) definisce gli indirizzi generali per l’adozione, da parte del Consiglio di Amministrazione, del proprio regolamento di funzionamento;
    o) determina gli indirizzi cui deve attenersi il Presidente del Consiglio di Amministrazione per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti dell’ASP negli Organismi in cui essa partecipa;
    p) prende atto delle domande di recesso presentate dai Soci;
    q) approva – in caso di disavanzi – il Piano di rientro proposto dal Consiglio di Amministrazione, così come previsto dall’art. 26 comma 3 lett. f) del presente Statuto.

Art.12 Statuto vigente

Consiglio di Amministrazione dell’ASP

Battisti Dott. Massimo – Presidente

Balestrini Dott. Manlio – Vice Presidente

Seragnoli Dott.ssa Isabella – Consigliere

Funzioni:

  1. L’attività del Consiglio di amministrazione è collegiale.
  2. Il Consiglio di amministrazione risponde del proprio operato all’Assemblea dei soci.
  3. Il Consiglio di amministrazione è l’organo che dà attuazione agli indirizzi generali definiti dall’Assemblea dei soci, individuando le modalità e gli obiettivi della gestione.
    Ad esso compete in particolare l’adozione dei seguenti atti:
    a) proposta di piano-programma, bilancio pluriennale di previsione, bilancio annuale economico preventivo, bilancio consuntivo, con allegato il bilancio sociale delle attività da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea dei soci;
    b) proposta di modifiche statutarie da sottoporre all’Assemblea dei soci;
    c) regolamento di organizzazione;
    d) nomina del direttore;
    e) adozione del proprio regolamento di funzionamento;
    f) proposta all’Assemblea dei soci del piano di rientro ogni qual volta si determini una perdita di esercizio; nell’eventualità in cui il piano di rientro non consenta la copertura delle perdite, le stesse sono assunte dai soci di cui all’art. 6 comma 1 del presente statuto pro-quota secondo le quote definite nella convenzione di cui all’art. 6 comma 4.
  4. Rientra nella competenza del Consiglio di amministrazione l’adozione di qualsiasi regolamento o provvedimento avente contenuto organizzativo delle attività e delle strutture, nonché la determinazione della dotazione organica del personale.

Art. 26 Statuto vigente

Organo di Revisione – Revisore Unico

Salsi Dott. Luciano – Revisore Composizione e funzionamento

1. L’Organo di revisione contabile è costituito da un revisore unico, nominato dalla Regione sulla base di una terna indicata dall’Assemblea dei soci, o quando il volume di bilancio dell’ASP supera i 10 milioni di euro, è costituito da tre membri, di cui due nominati dall’Assemblea dei soci ed il terzo, con funzioni di Presidente, dalla Regione.

2. L’Organo di revisione contabile esercita il controllo sulla regolarità contabile e vigila sulla correttezza della gestione economico finanziaria dell’ASP e svolge ogni altra funzione prevista dagli articoli 2403, 2409-bis e 2409-ter del codice civile.

3. L’Organo di revisione dura in carica fino al 30 Giugno del quinto anno successivo a quello di nomina e comunque fino alla ricostituzione dell’Organo che gli succede, ed è rieleggibile una sola volta.

4. Ai componenti l’Organo di revisione contabile spetta un compenso, il cui ammontare viene stabilito con delibera dell’Assemblea dei soci sulla base dei criteri previsti dalla disciplina regionale.

5 Non possono essere nominati revisori dell’ASP coloro che versano in una delle cause di ineleggibilità previste dalla normativa regionale vigente. Art. 32 dello Statuto vigente