Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci è l’organo permanente dell’ASP rinnovabile solo a seguito di cambiamenti
nella titolarità delle cariche di Sindaco con funzioni di indirizzo e di vigilanza dell’attività
dell’Azienda ed è composta dal Sindaco di ciascuno dei soci Enti Pubblici e da un rappresentante
della Curia Arcivescovile di Bologna.

Soci dell’Asp:
• Comune di San Lazzaro di Savena
• Comune di Loiano
• Comune di Monghidoro
• Comune di Monterenzio
• Comune di Ozzano dell’Emilia
• Comune di Pianoro
• Curia Arcivescovile di Bologna

Funzioni:
1. L’Assemblea dei soci è l’organo di indirizzo e vigilanza sull’attività dell’ASP e svolge in
particolare le seguenti funzioni:
a) definisce gli indirizzi generali dell’ASP;
b) nomina i componenti del Consiglio di amministrazione;
c) revoca i componenti del Consiglio di amministrazione, nei casi previsti e definiti
dalla normativa regionale vigente;
d) indica alla Regione la terna prevista per la nomina del revisore unico nel caso in cui
il volume di bilancio dell’ASP sia inferiore ai dieci milioni di euro, oppure nomina i
due componenti di propria spettanza nel collegio, nel caso in cui il volume di
bilancio sia superiore ai dieci milioni di euro;
e) approva, su proposta del Consiglio di amministrazione, il piano programmatico, il
bilancio pluriennale di previsione, il bilancio annuale economico preventivo ed il
bilancio consuntivo con allegato il bilancio sociale delle attività;
f) approva le trasformazioni del patrimonio da indisponibile a disponibile, nonché le
alienazioni del patrimonio disponibile, ai sensi dell’art. 40 del presente Statuto;
g) delibera le modifiche statutarie da sottoporre all’approvazione della Regione;
h) adotta il proprio Regolamento di funzionamento;
i) nomina nel proprio seno il Presidente;
j) definisce, nel rispetto dei criteri previsti dalla normativa regionale vigente, le
indennità spettanti ai componenti il Consiglio di Amministrazione ed il compenso
dovuto all’Organo di revisione contabile;
k) approva gli indirizzi per la predisposizione dei contratti di servizio di cui all’art. 8;
l) approva la contrazione di mutui, se non già previsti nei documenti di
programmazione;
m) approva i regolamenti di qualsiasi oggetto e natura, fatta eccezione per quella di
competenza del Consiglio di Amministrazione;
n) definisce gli indirizzi generali per l’adozione, da parte del Consiglio di
Amministrazione, del proprio regolamento di funzionamento;
o) determina gli indirizzi cui deve attenersi il Presidente del Consiglio di
Amministrazione per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti
dell’ASP negli Organismi in cui essa partecipa;
p) prende atto delle domande di recesso presentate dai Soci;
q) approva – in caso di disavanzi – il Piano di rientro proposto dal Consiglio di
Amministrazione, così come previsto dall’art. 26 comma 3 lett. f) del presente
Statuto.